attenta nutrizione

Gravidanza e stitichezza: i rimedi per combattere l’intestino pigro

La stitichezza in gravidanza è un problema fisico che colpisce circa il 50% delle gestanti, a soffrirne sono soprattutto le donne, che convivevano con questo disturbo fisiologico, ancor prima di rimanere incinta. Ma perché accade e come si può contrastare questo disturbo?

In gravidanza il progesterone ha un ruolo importante: ispessire le pareti dell’utero per contrastare eventuali contrazioni; questo processo con l’aumento di volume del pancione origina la stitichezza, ossia la difficoltà a evacuare le feci. Questo accade perché il progesterone, in funzione del suo ruolo, influisce sul rallentamento della peristalsi, ossia dell’azione che trasporta le feci dall’ano.

Rimedi contro la stitichezza

I rimedi contro la stitichezza in gravidanza sono diversi, non è detto purtroppo che la donna gravida riesca a superare bene questo malessere, ma sono comunque azioni che possono aiutare la gestante a superare in parte la stitichezza durante la gravidanza.

  • Bere
  • Movimento
  • Verdure e frutta
  • Assumere fibre

In gravidanza è consigliato bere due litri di acqua durante la giornata perché nutre l’organismo e favorisce il buon funzionamento intestinale, contrastando gli indesiderati effetti della stitichezza. Ricordatevi che potete aggiungere altri liquidi, tra cui succi di frutta e latte.

Movimento in gravidanza

Il movimento in gravidanza, camminare nello specifico, è importante per ostacolare la stitichezza in gravidanza; durante questo lungo periodo diventa fondamentale seguire uno stile di vita adeguato per vivere al meglio l’attesa di un bambino. Lo sport non è controindicato, tuttavia dovete consultare il vostro medico, che vi consiglierà quali esercizi svolgere. Il nuoto per esempio è indicato, fa bene alla circolazione sanguigna, alle gambe, non pesa sulla schiena e il fisico è messo tutto in movimento. Inoltre l’acqua e il suo movimento coccolano sia la mamma in attesa, e lo stesso bambino all’interno del pancione. Il movimento è essenziale per contrastare l’aumento del peso, un fattore, quest’ultimo, che influisce sulla stitichezza in gravidanza. Seguite uno stile di vita sano per stare bene e ridurre al minimo eventuali problematiche legate alla gestazione. Se non volete camminare o nuotare, ci sono corsi per le gestanti di ginnastica dolce e yoga, che fanno altrettanto bene.

Tuttavia specifichiamo  che non bisogna eccedere con le camminate, basta concedervi una passeggiata al giorno di circa trenta minuti per garantire al fisico il giusto movimento regolare.

Verdure e frutta, fibre

In gravidanza sono indicate soprattutto le verdure cotte a foglia verde (come la lattuga che si può mangiare cruda o cotta), queste fanno bene contro la stitichezza in gravidanza, concedetevi cinque porzioni regolari a base di frutta e verdura e aggiungete i cibi con fibre. Sì al pane, alla pasta e ai cereali integrali che fanno bene all’intestino favorendone un corretto funzionamento anche durante la gravidanza.

kiwi e intestino pigro

La frutta deve essere quella biologica, la potrete mangiare con la buccia dopo un attento lavaggio; la copertura di tanti frutti è ottima alleata dell’intestino per le fibre in essa contenute.

I kiwi, le prugne e i fichi sono i frutti maggiormente consigliati per contrastare la stitichezza in gravidanza.

Le verdure con maggior nutrimento di acqua sono la classica lattuga, poi ci sono i cetrioli e i pomodori che forniscono una percentuale importante di acqua all’organismo, comprese le zucchine che possono essere cucinate di modi differenti.

Lassativi in gravidanza

I lassativi in gravidanza vanno prescritti dal medico solo in casi eccezionali dal proprio medico ginecologo, in base alla situazione fisica della gestante, indicherà quali lassativi siano idonei per la condizione della mamma. Non affidatevi a lassativi su indicazione di amici e parenti, se non sono quelli indicati, possono essere pericolosi per il feto, per cui s’invitano le gestanti a parlare bene di tutto con il medico. Ci sono lassativi di vario genere, dovrete assumere quelli su indicazione medica, che non creino gonfiore, né dolori addominali e non aggredire la mucosa gastrointestinale. Ci sono blandi lassativi che mirano a portare acqua nell’intestino favorendo quindi un aumento di volume delle feci e morbidezza delle stesse.

Condividi questo articolo