yoga in gravidanza

Fare yoga in gravidanza per gestire l’ansia e gli sbalzi emotivi

Una futura mamma sa bene quanto sia importante cercare di gestire l’equilibrio psicofisico non solo per se stessa ma anche per il benessere del bambino che porta in grembo. Ci sono infatti delle attività fisiche che sono consigliate per tutte quelle donne che hanno voglia di allenarsi a casa, alternando magari qualche camminata all’aria aperta. La soluzione ideale nel caso specifico delle mamme in dolce attesa che vivono questo momento importante è lo yoga in gravidanza. Ovviamente è possibile farlo solo dopo aver chiesto consiglio al proprio ginecologo per massimizzare la propria sicurezza.

Lo yoga offre tanti vantaggi a partire dalle sue tecniche di rilassamento, ma anche gli stessi esercizi permettono di avere una buona percezione del corpo. E non dimentichiamo che tutto ciò che fa la mamma, lo farà anche il neonato, e in questo modo è possibile agire sul proprio stato d’animo e cercare così di placare momento di tristezza o rabbia.

Come ci si allena con lo yoga in gravidanza

Numerose ricerche effettuate per comprendere la psicologia e la buona salute dei neonati hanno svelato verità importanti in merito al comportamento della mamma. Se lei si sente bene con se stessa durante il periodo della gravidanza, se pensa positivo e riesce a controllare lo stress potrà:

  • Rilassare il suo corpo e lo tonificherà;
  • Apporterà sensazioni benefiche al bambino.

Non bisogna esagerare chiaramente, perché anche se sappiamo di fare bene al bambino non dovremo scioccare i nostro corpo e la sua crescita nel pancione. Sono sufficienti degli allenamenti leggeri per un totale di almeno 150 minuti a settimana. In questo caso lo sport e la concentrazione legata a questo tipo di attività permette di rafforzare il nostro organismo, gestire l’ansia e gli sbalzi emotivi che sono legati agli ormoni. E infine, udite udite, lo yoga permette di preparare le mamme al travaglio e al parto, con pose specifiche e tecniche di respirazione ideali.

Il rilassamento psicofisico e quindi nello specifico le tecniche meditative dello yoga sono un vero toccasana per le donne incinte che dovranno però seguire lezioni (anche da casa) affidandosi a una specialista. Per approfondire l’argomento puoi visitare questo sito.

Occhio alla respirazione, che vale da sola l’intera esperienza!

Prenditi un po’ di tempo soprattutto in fase iniziale, quella di scelta del tipo di sessione da seguire per allenarti. Non scegliere mai un video a caso, ma cerca di valutare attraverso canali specifici che troviamo su YouTube, un tipo di percorso che sia ben strutturato per te. A quel punto potrai provare gli esercizi che ripristineranno il tuo benessere, aiuteranno il bambino e soprattutto ti daranno una percezione cosciente del tuo corpo.

Grande concentrazione deve essere attribuita poi alle modalità di respirazione, che molte persone tendono a non curare! Con la respirazione dello yoga si assicura il flusso di energia vitale per il bebè e la futura mamma. Mentre con gli esercizi veri e propri si lavora sui muscoli, sulla postura sbagliata e sullo stato di salute dei organi interni.

Condividi questo articolo