galateo gravidanza

Galateo per parenti e amici: come non farsi odiare da una neo-mamma

Quando nasce un bambino tutti i parenti e gli amici vanno in fibrillazione. Parte un tam-tam di telefonate e di visite senza freno e il papà diventa “l’usciere” che dirige traffico di gente in entrata e in uscita. Risponde a campanella alle solite tipiche domande come il peso, quando è nato, come sta e come sta la mamma e va a prendere gli ospiti che si sono persi cercando il reparto neonatologia dell’ospedale. Poveri mamma e papà! Ci avete mai pensato a quanto possa esser stato stressante il parto? Se la risposta è no ecco cosa non dovreste mai fare quando il piccolo è appena nato e volete andare a trovarlo.

Non gettatevi a capofitto sul bebè urlando di felicità

Sappiamo che l’arrivo di un bebè sia una notizia meravigliosa ma il piccolo ha vissuto per mesi e mesi ovattato nella pancia della mamma, per cui le sue piccole orecchie soffrono lo sbalzo ambientale e potrebbero risentire del vociare stridulo. Vi ricordiamo che, comunque, ci sarebbe anche la mamma da salutare. Ve ne eravate accorti?

Non toccate il piccolo se non autorizzati

Prenderlo in braccio e fare di tutto per svegliarlo è un comportamento davvero fastidioso. Non si fa e non si deve nemmeno chiedere. Se la mamma decide di sua spontanea volontà che potete prenderlo in braccio sarete i benvenuti ma non mettetela in difficoltà e dinanzi alla eventualità di dovervi dire di no.

Non arrivate a mani vuote: portate del cibo

Ci avevate mai pensato che la mamma durante la gravidanza non può mangiare molti cibi buonissimi? Bene, se volete farla felice portatele un bel panino al prosciutto crudo, dolcetti cremosi o una bella pizza. Insomma, portate del cibo e la farete felice.

Non arrivate senza avvisare: non è carino

Quando i neo-genitori sono convinti di aver salutato fino all’ultimo parente ecco che fa capolino dalla porta la zia di Forlì, arrivata “a sorpresa” per l’occasione. E che sorpresa! No, in questi casi l’effetto sorpresa non sarà dei migliori e vi assicuriamo che non c’è nulla di piacevole. Avvisate prima di arrivare e non sostate troppo tempo. I neo-genitori hanno bisogno di intimità.

Non fumate prima di entrare in stanza

Non c’è cosa più fastidiosa dell’odore di fumo in una stanza di ospedale, soprattutto per chi non fuma. L’odore di fumo si impregna su abiti e mani e può dare sensazioni molto sgradevoli. Meglio posticipare la sigaretta a quando sarete andati via.

Non portate fiori in dono

I fiori in alcuni reparti ospedalieri sono addirittura vietati perché possono generare allergie e perché appesantiscono l’aria. Per evitare di discutere con lo staff medico e mettere in difficoltà la mamma all’uscita dall’ospedale, tornate al punto tre e presentatevi con un bel vassoio di pastarelle.

Non dispensate consigli non richiesti

I consigli non richiesti non piacciono a nessuno. Figuriamoci ad una donna che ha appena partorito e che ha vissuto intere ore di spasmi e dolori, epidurali, contrazioni, spinte e crampi in tutto il corpo. Credete sia davvero necessario dirle cosa deve fare e come lo deve fare? No, grazie.

 

Condividi questo articolo