alimentazione in gravidanza

Cosa mangiare in gravidanza, i cibi consigliati

In gravidanza l’alimentazione è importante e fondamentale per la salute della gestante e del futuro nascituro. L’aumento del peso deve avvenire gradualmente e di solito mantenersi entro certi limiti che variano tra i 10 e i 12 chili. In passato le antiche massaie erano solite raccomandare alle mamme in attesa di un bebè, di mangiare per due oggi per fortuna queste antiche tradizioni e credenze culturali sono state ampiamente superate.

In gravidanza l’alimentazione deve essere curata e prevedere cibi sani e nelle giuste quantità, senza eccessi, con tanta frutta, verdura, senza grassi, limitando le fritture e bere soprattutto tanta acqua, circa due litri al giorno oligominerale non gassata. Preferibilmente evitate di bere altre bibite gassate che creano solo gonfiore allo stomaco e problemi digestivi.

Cibi per la gravidanza

I cibi consigliati  sono quelli con sostanze nutritive per il feto in sviluppo; è stato riscontrato che una buona alimentazione in gravidanza si ripercuote inevitabilmente sullo stato di crescita del feto.

Alimenti preferire in gravidanza:

  • Legumi
  • Frutta e verdura

E poi vanno bene le proteine aggiungendo carni bianche, soprattutto si consiglia il pesce ricco di omega 3, e poi i latticini anche se per questi ultimi si consiglia di consumarli con una discreta moderazione, senza esagerazioni.

Pesce consigliato

Il pesce, si consiglia di mangiarne tre volte a settimana.

  • Sogliola
  • Merluzzo
  • Nasello
  • Trota

La cottura deve essere in umido, al vapore, al forno, ottimo anche al cartoccio. Va bene il latte e lo yogurt purchè siano del tipo magro. Vietato assolutamente il pesce crudo in gravidanza.

cibo in gravidanza

Alimenti e limitazioni in gravidanza

  • Ridurre l’uso del sale
  • Tè e caffè sono bevande nervine, per cui meglio limitarne il consumo e preferite quelli deteinati.  Anche le uova vanno consumate con moderazione, non più di due a settimana.
  • No anche alle bibite alcoliche.
  • Grassi: sì all’olio di oliva e anche alla frutta secca, quest’ultima da magiare in modiche quantità.  Non devono mancare le fibre, per cui sì anche ai cibi integrali quali pasta, pane e riso, anche se si consigliano moderate quantità di carboidrati.

Bisogna fare attenzione all’aumento di peso in gravidanza, nel primo trimestre si deve seguire un’alimentazione sana, con le indicazioni sopra descritte, senza aumenti delle quantità. L’aumento di circa 200 kl è consigliabile dal secondo trimestre, quando il feto si è formato e deve continuare a crescere fino alla fine della gravidanza.

Gravidanza, attenzione alle quantità

In gravidanza l’alimentazione deve essere curata anche nelle quantità, è giusto un lieve incremento, ma non si deve compiere l’errore di aumentare in modo esagerato le porzioni. L’aumento smisurato di peso potrebbe creare seri problemi di salute alla mamma e al feto nel momento del parto, ma anche durante la gravidanza, se si aumenta troppo il peso, si rischia la gestosi molto pericolosa per l’aumento della pressione sanguigna e anche il diabete gestazionale potrebbe presentarsi incorso dell’ultimo trimestre.

Le quantità e le porzioni sono legate senz’altro allo stile di vita della mamma prima della gravidanza, in generale non si deve stravolgere completamente il modo di mangiare, ma avere un’accortezza maggiore è essenziale per i motivi sopra esposti.

Come mangiare in gravidanza

Si consiglia di variare ogni giorno i pasti per apportare un’ampia varietà di vitamine e sali minerali; distribuite i pasti in ore precise, senza troppi sconvolgimenti quotidiani, oltre ai tre pasti principali vanno bene le merende intermediarie, quella a metà mattina e nel tardo pomeriggio, occasionalmente anche una tazza di latte va bene prima di andare a dormire.

 

Condividi questo articolo