protezione solare bambino

Protezione solare: scopri come proteggere neonati e bambini

Protezione solare: scopri come proteggere neonati e bambini dai danni del sole. Con l’arrivo della primavera, per quanto possibile, si tende a passare più tempo in giardino o, comunque, al sole. L’esposizione solare è importante per la salute del tuo bambino ma bisogna prestare attenzione.

La pelle di neonati e bambini, indipendentemente dal fototipo, è particolarmente delicata e sensibile. Anche se non si tratta di una vacanza al mare ma solo di una giornata al sole, è fondamentale non lasciare nulla al caso.

I benefici del sole per bambini e neonati

L’esposizione solare può portare molti benefici al tuo bambino:

  • Fa bene all’umore: il sole favorisce l’equilibrio dei neurotrasmettitori implicati nei meccanismi che regolano il sonno e il tono dell’umore. Inoltre, una giornata all’aperto col tuo bambino sarà ricca di importanti stimoli utili alla sua crescita cognitiva e alla sua felicità.
  • Stimola la protezione di vitamina D: una preziosa vitamina indispensabile per la crescita armonica delle ossa e per la loro salute. La vitamina D è in piccola parte presente in alimenti come latte, uova o olio di fegato di merluzzo. Le quantità presenti negli alimenti sono comunque minime ed è bene sfruttare anche l’esposizione solare.
  • Contrasta la dermatite atopica e altre malattie della pelle come la psoriasi.

mamma e bimbo in spiaggia

I rischi di un’eccessiva esposizione solare

Come abbiamo visto il sole può portare molti benefici al tuo bambino, ma può anche causare alcuni problemi come, ad esempio:

  • Ustioni: la pelle di neonati e bambini è molto delicata e rischia seriamente di ustionarsi senza un’adeguata protezione. Forse non tutti sanno che il solo arrossamento della pelle è già espressione di un’ustione di primo grado. La comparsa di vescicole colme di siero chiaro caratterizza invece l’ustione di secondo grado. Le ustioni ripetute in età infantile, oltre ad essere dolorose nell’immediato, sono particolarmente pericolose perché favoriscono la comparsa in età adulta dei più comuni tumori delle pelle (melanoma, spinalioma e basalioma). ecco perché è fondamentale un’esposizione graduale e sempre con una adeguata protezione.
  • Colpo di sole: Il colpo di sole, anche conosciuto col termine ‘insolazione’, è un colpo di sole successivo all’esposizione diretta ai raggi del sole. Ai sintomi classici del colpo di calore (nausea e vomito, ipertermia, difficoltà respiratorie, crampi muscolari, confusione mentale, stanchezza e debolezza, perdita di coscienza) si possono aggiungere anche eritema o ustioni dovuti ai raggi solari.

Protezione solare: come proteggere bambini e neonati dal sole

Come fare a proteggere il tuo bambino dall’eccessiva esposizione solare?

  • evitare di portare fuori il bambino nelle ore centrali della giornata, ossia dalle 11 del mattino alle 17. Se indispensabile deve starci per un tempo davvero limitato e ben protetto.
  • controllare spesso le sue condizioni (anche se dorme tranquillo nella carrozzina)
  • proteggere il bambino con indumenti adeguati, come cappellino e abiti leggeri. Importanti anche gli occhiali da sole per proteggere gli occhi.
  • non esporre bambini e neonati al sole senza un’adeguata crema solare. Soprattutto per le prime esposizioni optare per un fattore di protezione alto. Col tempo si potrà poi passare ad un Spf medio
  • l’applicazione va fatta poco prima di esporre il bambino al sole, prestando attenzione a spalmando per bene la crema su tutta la pelle.
  • ripetere con frequenza l’applicazione della crema solare. L’effetto di una crema ha una durata media di due ore, poi l’applicazione va ripetuta. Se il bambino si immerge in acqua, anche prima.
  • evitare l’esposizione diretta al sole nei bambini sotto l’anno di età
  • è importante che l’esposizione diretta al sole sia graduale: iniziare con 5 minuti ed aumentare di circa 10 minuti al giorno.
  • se il tuo bambino appartiene al fototipo 1 o 2 è bene evitare l’esposizione diretta al sole perché non è in grado di raggiungere un’abbronzatura sufficientemente protettiva.

Crema solare per bambini e neonati

Quando si parla di protezione solare una crema con Spf adeguato è una fondamentale misura di prevenzione dai danni causati dal sole alla pelle dei bambini. Scegliere una crema solare per bambini di ottima qualità è l’obiettivo di ogni mamma che vuole proteggere il proprio bambino. Il consiglio è quello di acquistare una crema solare resistente all’acqua, con una formulazioni ipoallergenica e, possibilmente, senza parabeni.

Anche se i bambini giocano semplicemente all’aperto è  importante che vengano protetti con una buona crema solare, meglio se, sopratutto all’inizio, Spf 50. Al giorno d’oggi sono molte le creme solari dedicate ai bambini che fanno sempre più attenzione ad avere un buon INCI (la lista degli ingredienti) privo di ingredienti chimici o alcol e spesso di origine biologica.

neonato in spiaggia

 

Condividi questo articolo